ASSOCIAZIONE UNIVERSITARIA IRIS
vi invita all'evento:


"Il BICCHIERE DI CARTA"
SPETTACOLO TEATRALE INTERPRETATO
DAL GRUPPO TEATRALE DEL LICEO OBERDAN DI TRIESTE

a cura di Associazione Iris
venerdì 11 ottobre ore 20.30 - Teatro San Giorgio (via Quintino Sella 5 - Udine)

INGRESSO LIBERO


Testo e Regia: Michele Amodeo.

Con: Teo Nacmias Indri, Lorenzo Navarini, Marco Balducci, Sebastiano Bertagni, Luca Angelini, Anna Solagna, Elisabetta Cozzi, Erika Pastrovicchio, Valentina Margagliotti, Michele Cosoli, Luca Paoletti, Francesca Tedeschi, Egidio Sia, Elisa Marchesan, Chiara Pojani e Andrea Picciotto.

Scenografie: Martina Colella, Marta Spizzamiglio, Francesca Sanson e Francesca Di Lenarda.

Luci e Suono: Gabriele Montesion.
“Il bicchiere di carta” parla di omosessualità, di amore, di progetti e di speranze ma anche di denigrazioni, di suicidi e di violenze, a scuola e in famiglia. Vanno in scena gli amori omosessuali vissuti dai giovani, la scoperta di se stessi e la forza di dirlo agli altri, gli insulti ma anche l’amicizia e la solidarietà. Uno spettacolo bello, forte e commovente. Uno spettacolo che parla chiaro, con le voci dei giovani, e che parla soprattutto a chi in Italia impedisce ancora alle persone omosessuali di realizzare se stesse, negando diritti e dignità, e a chi, facendo finta di nulla, lascia che le cose più gravi accadano.

Ambientato in una scuola qualsiasi di ogni giorno,”Il bicchiere di carta” narra di ragazzi adolescenti che raccontano le loro storie tormentate di vita quotidiana spesso vissuta con paura, insicurezza e senso di esclusione solo perché si scoprono essere, durante quest’età così difficile, dei teneri sognatori o degli aspiranti calciatori o gay. Emozioni e paure che reprimono e mascherano, fingendosi diversi, per timore del giudizio dei compagni di classe, dei genitori, degli insegnanti,
degli allenatori. Per il terrore di venir marchiati a fuoco e, quindi, isolati dal loro mondo quotidiano per ciò che sono. Talvolta il fragoroso silenzio che li circonda esplode in un troppo tardivo grido di dolore da parte di quel loro mondo che spesso fa finta di non vedere o non capire le loro paure.
Vincitore come miglior testo drammatico e miglior regia al festival teatrale scolastico internazionale "TeatroLab” di Castelnovo Monti (Reggio Emilia).
Vincitore del primo premio assoluto, miglior regia, migliori attori maschili e miglior scenografia al “Palio degli asinelli", competizione teatrale studentesca riservata a tutte le scuole secondarie di Trieste.
Locandina spettacolo 11 ottobre - il bicchiere di carta

L'Associazione Universitaria Iris intende esprimere il profondo rammarico e disappunto provato nell'apprendere dell'approvazione alla Camera della legge Scalfarotto contro l'omotransfobia, svuotata di senso dal subemendamento Gitti.

Prendiamo atto – agghiacciati – di come sia volontà del Parlamento sdoganare la discriminazione all'interno di scuole, luoghi di culto, ospedali e associazioni, e di tutelare gli oppressori invece che gli oppressi.

Ancora una volta è forte l'impressione di uno Stato che, invece di tutelare tutti i cittadini, decide di voltare le spalle a una parte di essi. Oggi non viene colpita solo la comunità LGBTQI: a farne le spese sono anche le persone appartenenti a minoranze etniche, religiose e nazionali che prima erano tutelate dalla legge Mancino.

Ancora una volta è forte l'impressione si sia persa un'occasione per fare buona politica.

Alessandro Baldo, presidente dell'Associazione Universitaria Iris

{jcomments on}

Una mega festa per mega gente! :D

flyer

Inaugurazione mostra fotografica

Ieri, 14 maggio, nell'atrio di Palazzo Antonini è stata inaugurata la mostra "Amore oltre le differenze" una serie di scatti di Erika Zucchiatti a cura dell'Associazione universitaria Iris, ragazzi e ragazze che lavorano per aumentare la visibilità della comunità LGBT.

Alessandro Baldo, presidente dell'Associazione Iris: "siamo molto orgogliosi di essere ospiti in questo palazzo con il supporto della nostra Università che ringraziamo. Il nostro intento, con queste foto, è quello di infondere coraggio e forza a tutti i ragazzi e le ragazze che hanno paura di vivere e mostrare il proprio amore".

Raffaella Bombi, delegata per il Magnifico Rettore: "ho avuto il piacere di visitare la mostra in anteprima e ne ho apprezzato la spontaneità delle immagini. Siamo orgogliosi di ospitare in questo palazzo, luogo di studio ed impegno, questa mostra ben ideata da studenti che dedicano il loro tempo in lodevoli attività associative".
Erika Zucchiatti: "con questa mostra ho voluto reinterpretare il termine tabù perchè è lampante come l'omosessualità e l'amore tra persone di diversa cultura siano elementi scomodi all'interno della società. L'amore è sempre un rischio, bisogna aver coraggio di provarci!"

La mostra sarà aperta al pubblico fino al 25 maggio presso l'Atrio di Palazzo Antonini, in seguito dal 27 maggio al 7 giugno si sposterà all'ingresso del Polo scientifico dei Rizzi.

Carissimi soci e simpatizzanti,

L'ASSOCIAZIONE UNIVERSITARIA IRIS

è lietissima di invitarvi alla prossima

RIUNIONE APERTA

martedì 9 ottobre alle ore 20


presso la Saletta delle Associazioni di Viale Ungheria!

Si parlerà dei prossimi eventi da organizzare:

  • seminario su affettività
  • seminario su omosessualità e identità di genere
  • giornata mondiale per la lotta all'Aids
  • Cineforum
  • festa di fine anno di Iris
  • Varie ed eventuali



Non vorrai mica iniziare l'Anno Accademico standotene a cincischiare a casa, no?

Corri alla Riunione!

{jcomments on}