ASSOCIAZIONE UNIVERSITARIA IRIS
vi invita all'evento:


"Il BICCHIERE DI CARTA"
SPETTACOLO TEATRALE INTERPRETATO
DAL GRUPPO TEATRALE DEL LICEO OBERDAN DI TRIESTE

a cura di Associazione Iris
venerdì 11 ottobre ore 20.30 - Teatro San Giorgio (via Quintino Sella 5 - Udine)

INGRESSO LIBERO


Testo e Regia: Michele Amodeo.

Con: Teo Nacmias Indri, Lorenzo Navarini, Marco Balducci, Sebastiano Bertagni, Luca Angelini, Anna Solagna, Elisabetta Cozzi, Erika Pastrovicchio, Valentina Margagliotti, Michele Cosoli, Luca Paoletti, Francesca Tedeschi, Egidio Sia, Elisa Marchesan, Chiara Pojani e Andrea Picciotto.

Scenografie: Martina Colella, Marta Spizzamiglio, Francesca Sanson e Francesca Di Lenarda.

Luci e Suono: Gabriele Montesion.
“Il bicchiere di carta” parla di omosessualità, di amore, di progetti e di speranze ma anche di denigrazioni, di suicidi e di violenze, a scuola e in famiglia. Vanno in scena gli amori omosessuali vissuti dai giovani, la scoperta di se stessi e la forza di dirlo agli altri, gli insulti ma anche l’amicizia e la solidarietà. Uno spettacolo bello, forte e commovente. Uno spettacolo che parla chiaro, con le voci dei giovani, e che parla soprattutto a chi in Italia impedisce ancora alle persone omosessuali di realizzare se stesse, negando diritti e dignità, e a chi, facendo finta di nulla, lascia che le cose più gravi accadano.

Ambientato in una scuola qualsiasi di ogni giorno,”Il bicchiere di carta” narra di ragazzi adolescenti che raccontano le loro storie tormentate di vita quotidiana spesso vissuta con paura, insicurezza e senso di esclusione solo perché si scoprono essere, durante quest’età così difficile, dei teneri sognatori o degli aspiranti calciatori o gay. Emozioni e paure che reprimono e mascherano, fingendosi diversi, per timore del giudizio dei compagni di classe, dei genitori, degli insegnanti,
degli allenatori. Per il terrore di venir marchiati a fuoco e, quindi, isolati dal loro mondo quotidiano per ciò che sono. Talvolta il fragoroso silenzio che li circonda esplode in un troppo tardivo grido di dolore da parte di quel loro mondo che spesso fa finta di non vedere o non capire le loro paure.
Vincitore come miglior testo drammatico e miglior regia al festival teatrale scolastico internazionale "TeatroLab” di Castelnovo Monti (Reggio Emilia).
Vincitore del primo premio assoluto, miglior regia, migliori attori maschili e miglior scenografia al “Palio degli asinelli", competizione teatrale studentesca riservata a tutte le scuole secondarie di Trieste.
Locandina spettacolo 11 ottobre - il bicchiere di carta