Entriamo ora nei dettagli delle conferenze organizzate da IRIS!!

Il 28 maggio avremo l'onore e il piacere di avere con noi:

  • Margherita Bottino : vive e lavora a Trieste, è psicologa e sociologa, autrice di diverse pubblicazioni sui temi dell'orientamento sessuale e dell'identità di genere, con particolare riferimento al tema dell'omogenitorialità. Oltre a numerosi articoli, ha pubblicato nel 2005 con Daniela Danna il volume La gaia famiglia e nel 2009, per Carocci, il saggio "Genitori omosessuali, omogenitorialità e nuclei omogenitoriali" in Omosapiens. Per una sociologia dell'omosessualità, a cura di Luca Trappolin.
  • Sari Massiotta:lavora a Trieste come progettista e formatrice nel settore delle politiche socio-sanitarie e dei sistemi locali di welfare. Collabora con lo studio di produzione video Fåröfilm in veste di editor. Nel 2006 l’Associazione Famiglie Arcobaleno ha commissionato allo studio Fåröfilm un progetto video dal titolo “Le famiglie arcobaleno”, che ha vinto il Festival Internazionale del Cinema GayLesbico di Milano 2007, e che ancora oggi è proiettato in diversi circuiti. Un breve filmato di 20 minuti che ha assunto un forte valore didattico e divulgativo, nella sua semplicità e immediatezza, raggiungendo un pubblico inaspettato in diversi luoghi d’Italia e aiutando gli esperti o i rappresentanti dell’associazione a trattare l’argomento davanti ad una platea spesso poco disponibile. Quell’incontro è stato la scintilla per il successivo lavoro, “Il lupo in calzoncini corti”: un film documentario, un racconto cinematografico attorno al tema dell’omogenitorialità oggi in Italia, la cui realizzazione è durata oltre due anni e che è giunto ora alle sue ultime fasi di lavoro. Un “documentario di creazione” più approfondito e con uno stile più narrativo, che punta a coinvolgere ed emozionare lo spettatore, con le caratteristiche necessarie a superare le proiezioni per gli “addetti ai lavori” e ad arrivare nelle case degli italiani. E’ possibile che due uomini crescano un bambino? Chi è la co-mamma? Cosa sono le famiglie omogenitoriali? Ne esistono in Italia? Come vivono i figli degli omosessuali? Le 2 famiglie protagoniste del documentario “Il lupo in calzoncini corti” rispondono a queste domande lasciandoci entrare nelle loro vite. “Il lupo in calzoncini corti”, di Lucia Stano e Nadia Dalle Vedove, è un documentario che racconta le storie di due famiglie omogenitoriali nell’Italia di oggi, fanalino di coda europeo in tema di diritti civili. Per la realizzazione è stata scelta la "PRODUZIONE DAL BASSO", una modalità di produzione consapevole, a cui anche il pubblico partecipa attivamente attraverso il pre-acquisto del DVD del film.
  • Mauro Tabor: membro dell'Associazione di genitori omosessuali Famiglie Arcobaleno; è genitore di 2 figli: una bimba di 4 anni ed un bimbo di 2. Famiglie Arcobaleno è un'associazione fondata nel 2005 per promuovere, per la prima volta in Italia, il dibattito pubblico sull'omogenitorialità e la tutela di tali formazioni sociali. L'associazione, diffusa in tutto il territorio nazionale, si batte affinché trovino spazio nella legislazione italiana norme a tutela dei diritti dei figli delle coppie conviventi, offre servizi di supporto psico-giuridico (sia tramite una linea telefonica che con gruppi) e didattico alle famiglie ed agli educatori scolastici e promuove attività culturali e spazi di incontro per famiglie e bambini. L'associazione gestisce un centro nazionale di documentazione sulla genitorialità gay e lesbica, ed ha redatto e presentato la prima proposta di legge italiana per la tutela dei figli delle coppie omogenitoriali, ed in particolare dei diritti e doveri del co-genitore, ovvero del genitore non biologico nel caso, ad esempio, di morte prematura del genitore legale. Tra le attività culturali, oltre alla traduzione di testi per bambini, l'associazione nel 2006 ha prodotto un documentario, Le Famiglie Arcobaleno, che è stato presentato al Torino GLBT Film Festival nel 2007.